Mare d’inverno

Con il naso sul vetro della finestra, guancia contro guancia, insieme ad osservare la tempesta.
Si infrangono le onde sulla spiaggia, i gabbiani immobili nell’aria, controvento.
Di nascosto osservo il tuo viso cambiare espressione, ora stupita, ora accigliata, ora serena, mutevole come il mare d’inverno.
E sorrido.