Dove sei?

Tornare al mare e tornare a respirare, insieme. La sabbia soffice sotto i piedi nudi, la tua schiena abbronzata, i capelli sciolti, mossi dalla brezza tiepida.
Sento il tuo respiro, distesa al mio fianco, lontana, inavvicinabile, dormi quieta, mentre tiro a indovinare cosa sogni e cerco di interpretare la tua distanza.
Ti svegli, sorridi, ti avvicini, ti lasci avvinghiare, ma non desisti.
È tutto perfetto, ma c’è sempre un “ma”.
Ti saluto, ti stringi a me, ti lasci abbracciare, forte, mi allontano inquieto. Dove sei?